Newman anticipatore del Vaticano II? Un luogo comune da sfatare

Rivendicare ilcard. Newman, come fanno i progressisti, quale predecessore del Vaticano II è ingiusto.

Sotto l’influenza dello “spirito del Concilio”

Al di là di chi ne ha fatto autorevolmente uso, "spirito del Concilio" è una espressione del gergo giornalistico, nata ovviamente durante la celebrazione del Vaticano II, ha un autore che attribuì ad essa un significato preciso e che, per la sua popolarità, come vediamo si diffuse ben oltre la cerchia dei mezzi di comunicazione che seguirono il ventunesimo Concilio ecumenico della Chiesa.

Il Concilio Vaticano II. Riforma o rivoluzione? Tavola rotonda con Roberto de Mattei

Il Concilio Vaticano II avrebbe dovuto portare, nelle speranze dei papi e dei padri conciliari, una stagione di prosperità e serenità alla Chiesa, invece fu proprio Paolo VI, il pontefice che lo chiuse, che solo pochi anni dopo dovette ammettere che era cominciata l'epoca più difficile del cattolicesimo. Ma com'è stato possibile tutto questo? La moderata riforma che la maggioranza dei vescovi di allora auspicava è degenerata in una disastrosa rivoluzione.

Concilio Vaticano II. Rinnovamento e continuità

Per mons. Guido Pozzo il Vaticano II è stato rinnovamento nella continuità con la Tradizione.

Il Concilio Vaticano II sta diventando un idolo

Mons. Viganò risponde a P. De Souza e a P. Weinandy alle accuse di scisma per aver osato criticare l'idolo Vaticano II.

Eric Sammos: “Difendevo il Concilio Vaticano II, ora lo critico. Ecco perché”

Il giornalista americano Eric Sammons spiega perché adesso sostiene che quello del Vaticano II non è solo un problema ermeneutico.

George Weigel: Perché la grande promessa del Vaticano II è stata frustrata così spesso? A causa dell’apostasia

Cristo è al centro del Vaticano II, sostiene il giornalista americano George Weigel. Dunque le riforme conciliari non hanno funzionato a causa dell'apostasia dilagante e della disobbedienza.

Botta e risposta fra D. Morselli e Mons. Viganò sul Vaticano II

Qualche tempo fa, don Alfredo Morselli ha anticipato in forma di lettera a mons. Carlo Maria Viganò le considerazioni pubblicate successivamente nel blog messainlatino.it. Ecco il testo e la risposta di mons. Viganò.

Il Vaticano II e il Calvario della Chiesa

L’ermeneutica della riforma nella continuità ci ha dato la speranza di poter leggere le dottrine nuove del Vaticano II in continuità con il magistero precedente: se l’ortodossia non la si vede la si ricerca. Però qui si pone un problema non secondario.

Viganò: “Non penso che il Vaticano II sia invalido, ma è stato gravemente manipolato”

Il Vaticano II è un concilio valido, tuttavia esso è stato fatto oggetto fin dal suo nascere di una grave manipolazione da parte di quinte colonne penetrate in seno alla Chiesa che ne hanno pervertito gli scopi, confermati dai risultati disastrosi che sono sotto gli occhi di tutti.

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: