Quell’11 settembre di Paolo VI e mons. Lefebvre

Immaginiamo la scena. Da una parte il papa, Paolo VI, colui che ha portato a termine il Vaticano II. Dall’altra mons. Marcel Lefebvre, l’arcivescovo che non accetta il Concilio e ha fondato la Fraternità sacerdotale San Pio X. Il confronto avviene nella residenza estiva del papa, a Castel Gandolfo. È l’11 settembre 1976. I due sono divisi su tutto, eppure entrambi si sentono al servizio della Chiesa. E cercano un accordo. Che non ci sarà.

Annunci

Il Concilio Vaticano II e il messaggio di Fatima

Sul piano storico, il Vaticano II costituisce un blocco non scomponibile: ha una sua unità, una sua essenza, una sua natura. Se il giudizio teologico può essere sfumato e comprensivo, quello storico è impietoso e senza appello. Il Concilio Vaticano II non fu solo un concilio mancato o fallito: fu una catastrofe per la Chiesa.

Video. Bastidores do Concílio Vaticano II

Prof. Roberto de Mattei comenta o seu livro "O Concílio Vaticano II - Uma história nunca escrita".

Sorprendente condanna pronunciata dal Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede

Il problema più grande non sta nel sapere se l’assistenza assoluta e senza limiti dello Spirito Santo sia possibile in linea di principio. È chiaro che lo è. In verità, però, Nostro Signore non avrebbe dotato San Pietro, o il Collegio dei vescovi col Papa e in definitiva la Chiesa, di un’assistenza in termini così assoluti. Le vie di Dio non sempre sono le nostre. La barca di Pietro è soggetta alle tempeste. In linea di principio, nulla impedisce che, soprattutto in tempi di crisi, i documenti pontifici e conciliari che non soddisfino le condizioni dell’infallibilità, possano contenere errori e perfino eresie.

Palmaro: “Il Vaticano II va riletto alla luce della Tradizione”

Mario Palmaro spiega in cosa consiste il dissidio interpretativo sul Concilio Vaticano II.

Quando la Tradizione fu opacizzata

Continuità o rottura? È forse giunto il momento di uscire dalla gabbia ermeneutica in cui si dibattono gli studiosi del Concilio Vaticano II. di Roberto de Mattei (09-10-2012) Continuità o rottura? È forse giunto il momento di uscire dalla gabbia ermeneutica in cui si dibattono gli studiosi del Concilio Vaticano II. Tutti coloro che affrontano... Continue Reading →

Gnocchi: Il Vaticano II abbandonò il linguaggio cattolico

Alessandro Gnocchi propone una rilettura del Concilio Vaticano II dal punto di vista mediatico e del linguaggio che fu utilizzato.

Un concilio può anche commettere degli errori

Il prof. Roberto de Mattei replica alle critiche de L'Osservatore Romano e di Avvenire riguardo il suo libro sul Concilio Vaticano II. di Roberto de Mattei (05-05-2011) Il discorso alla curia romana di Benedetto XVI, il 22 dicembre del 2005, ha aperto un dibattito sul Concilio Vaticano II di cui sono recente espressione i libri... Continue Reading →

Il prof. Roberto de Mattei presenta il suo libro a RAI News 24

Roberto de Mattei offre il contributo non del teologo, ma dello storico, attraverso una rigorosa ricostruzione dell'evento conciliare, delle sue radici e delle sue conseguenze, basata soprattutto su documenti di archivio, diari, corrispondenze e testimonianze di coloro che ne furono i protagonisti. Dal quadro documentato e appassionante tracciato dall'autore, emerge una «storia mai scritta» del... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: